Lavanda dei piedi - ARTEIKON - IMMAGINI DELL'INVISIBILE Un itinerario ed un incontro nella Bellezza originaria

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavanda dei piedi

Icona e Parola


Cliccare sull'immagine per ingrandirla

Il brano del Vangelo di San Giovanni: 13, 1-15

Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Mentre cenavano, quando già il diavolo aveva messo in cuore a Giuda Iscariota, figlio di Simone, di tradirlo, Gesù sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell`acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l`asciugatoio di cui si era cinto. Venne dunque da Simon Pietro e questi gli disse: «Signore, tu lavi i piedi a me?». Rispose Gesù: «Quello che io faccio, tu ora non lo capisci, ma lo capirai dopo». Gli disse Simon Pietro: «Non mi laverai mai i piedi!». Gli rispose Gesù: «Se non ti laverò, non avrai parte con me». Gli disse Simon Pietro: «Signore, non solo i piedi, ma anche le mani e il capo!». Soggiunse Gesù: «Chi ha fatto il bagno, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto mondo; e voi siete mondi, ma non tutti». Sapeva infatti chi lo tradiva; per questo disse: «Non tutti siete mondi». Quando dunque ebbe lavato loro i piedi e riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: «Sapete ciò che vi ho fatto? Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri.

__________________________________________________________________________________________________


Breve lettura dell'icona


(dal libro di Angelo Vaccarella: Icone e Feste del Cilco Liturgico)


Il tema di questa icona esalta in forma simbolica la virtù più apprezzata tra i monaci: l'umiltà. Cristo, cinto ai fianchi da un asciugamano, lava i piedi a Pietro, che si porta turbato una mano alla fronte, come sforzandosi di comprendere quanto sta accadendo. Gli altri apostoli, che si preparano all'atto solenne della lavanda, sono raffigurati profondamente assorti: tutti riconoscono l'importanza dell'evento di cui sono testimoni. L'iconografo è riuscito a esprimere magnificamente la ricchezza delle sfumature spirituali più impercettibili: ecco perchè la sua opera risulta tanto commovente. La coscienza dell'osservatore è involontariamente penetrata dal profondo significato dell'episodio descritto dal maestro. Le tonalità "melodiche" degli apostoli rivelano al meglio svariati stati d'animo che hanno un tratto in comune: la particolare delicatezza del sentimento.

Torna su

__________________________________________________________________________________________________


 
Cerca
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu