L'Olifa - ARTEIKON - IMMAGINI DELL'INVISIBILE Un itinerario ed un incontro nella Bellezza originaria

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Olifa

Tecnica


L'olifa conserva la freschezza dei colori durante i secoli.



L'olifa si prepara nel seguente modo:


si scalda in un recipiente un olio di lino di buona qualità fino alla temperatura di 285°. Quando incomincia a fumare si ritira dal fuoco e si aggiungono le polveri che servono da essiccante:

Aceto di cobalto 3% (32g/litro)

Cerussa o litargirio 7-8%


Quando l'olio è completamente raffreddato, si filtra e si versa in una bottiglietta di vetro chiara e si chiude bene. Per schiarire l'olio si espone alla luce del sole o anche artificiale per circa 40 giorni. E' difficile la preparazione dell'olifa e soprattutto è difficile trovare le polveri di essiccante. Per questo bisogna accontentarsi di vernici finali per quadri che però formano solo una pellicola alla superficie e non penetrano in profondità.



Come si dà la verniciatura?

Innanzitutto si toglie accuratamente tutta la polvere dall'icona e poi si versa sulla superficie l'olifa e si stende con il dito o con un pennello morbido. Lo strato deve essere spesso e l'icona deve restare orizzontale. Per proteggerla dalla polvere si può coprirla con una scatola. Dopo mezz'ora circa è bene spianare lo strato dell'olifa perchè venga assorbita in modo regolare da tutta l'icona. Poi si lascia essiccare l'icona per due o tre giorni. Si dovrà comunque ridare la mano un'altra volta come minimo, ma con uno strato più sottile. Alla fine la verniciatura dovrà apparire regolare e leggermente brillante.


Per acquistare l'olifa clicca qui
.


__________________________________________________________________________________________________


 
Cerca
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu